Tematica: Immigrazione

  • Aggravante della irregolare permanenza sul territorio nazionale

    La Corte Costituzionale, con la sentenza del 8 luglio 2010,  n.  249 ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’aggravante della irregolare permanenza sul territorio nazionale prevista dall’articolo 61, numero 11-bis, del Codice Penale, ritenendola in contrasto con l’articolo 3 della Costituzione per violazione del principio di uguaglianza in quanto i diritti inviolabili spettano «ai singoli non in quanto partecipi di una determinata comunità politica, ma in quanto esseri umani», da cu...

    » Continua


  • Immigrazione

    La Corte Costituzionale con la sentenza del 17.12.2010 n. 359 ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell'art. 14, comma 5-quater, del decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286, nella parte in cui non dispone che l’inottemperanza all'ordine di allontanamento, secondo quanto già previsto per la condotta di cui al precedente comma 5-ter, sia punita nel solo caso che abbia luogo senza giustificato motivo. La disposizione censurata prevede che lo straniero destinatario di un ordine di all...

    » Continua


  • Diniego di regolarizzazione per reato ostativo

    La Sesta sezione giurisdizionale del Consiglio di Stato con ordinanza del 19.1.2011 n. 376/2011, nel ricorso n. 9305/2010, ha rimesso all'esame dell'Adunanza plenaria, ai sensi dell'art. 99 co.1 d.lgs. 104/2010, il ricorso con il quale è stato impugnato il diniego della domanda di regolarizzazione del lavoro irregolare di un cittadino straniero, ai sensi dell'art. 1 ter della legge n. 102/2009, in ragione di una precedente condanna di quest'ultimo per inottemperanza all'ordine di espulsione, ...

    » Continua


  • Sanatoria del lavoro irregolare

    Il ministero dell’Interno che, con la circolare prot. n. 35/6291 emanata il 7 settembre scorso congiuntamente al Ministero del Lavoro, fornisce la prima chiave di lettura del decreto interministeriale 29 agosto 2012, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 7 settembre 2012, conferma che la procedura di emersione del lavoro irregolare di cittadini extracomunitari non è soggetta a quote massime di ammissione, non vi sarà pertanto un c.d. “click-day” e le domande potranno essere presentate, escl...

    » Continua