Tematica: Diritto di famiglia

  • Gli alimenti devono tener conto della incapacità di produrre reddito della ex moglie casalinga

    La Corte di Cassazione Sezione I civile, con la sentenza del 12 settembre 2011 n. 18618, ha stabilito che venti anni di matrimonio e di esclusivo accudimento del marito e dei figli danno diritto ad un assegno divorzile pieno. Infatti, secondo la Suprema Corte, se la moglie non ha mai lavorato perché impegnata nella vita domestica, il tribunale deve prenderne atto certificando che ella “possiede una capacità di guadagno pressoché nulla” e dovrà tenerne conto nella determinazione degli “alimen...

    » Continua


  • Esecutivo il provvedimento di assegnazione della casa coniugale

    La Corte di Cassazione, Sez. III Civ., con la sentenza 31 gennaio 2012 n. 1367 ha stabilito che, in tema di separazione il provvedimento, o sentenza con cui è attribuito ad uno dei coniugi il diritto ad abitare in via esclusiva nella casa coniugale, «contiene in sé, implicitamente, la condanna al rilascio nei confronti dell'altro coniuge». Questo perché, sottolinea la sentenza, l’attribuzione e il rilascio della casa coniugale, non si pongono su due piani distinti: «il rilascio non si pone co...

    » Continua